Concorrenza tra scuole di danza… è un problema?

Concorrenza tra le scuole di danza: è un male assoluto, un male necessario oppure è un’opportunità di marketing?

Beh… diciamo la verità… quando InsegnareDanza è il tuo lavoro e ci devi guadagnare… tutto quello che ti porta via guadagno è un problema e spesso la concorrenza fa esattamente questo: ti porta via allievi e quindi quote di mercato e quindi guadagno!

Bello o brutto essere così diretti? Beh.. è onesto! Anche perchè è vero che tu sei un insegnante di danza e quindi metti passione e amore in quello che fai e vuoi solo tanti ballerini che crescono… ma come vedevamo nella lezione dedicata proprio a questo “doppio ruolo” tu sei anche nel marketing della danza e quindi devi guardare agli allievi come “banconote” che crescono 🙂 Ok… i fattori che in una scuola di danza di successo fanno crescere il business sono tanti ma oggi parliamo della concorrenza che per molti (non esperti di Marketing) è invece un fattore che fa diminuire i guadagni e danneggia il tuo business. Giusto? NO… sbagliato!

Come guardare alla concorrenza in modo completamente diverso e migliore

Esiste un modo per non subire la concorrenza? Si potrebbe non averne?

Sono domande interessanti ma per rispondere facciamo un passo indietro e vediamo perchè non dovresti vedere la concorrenza come un male assoluto ma anzi la dovresti vedere come un segnale di potenziale benessere. Per farlo c’è bisogno di cambiare il modo di guardare al fenomeno della concorrenza e adottare un’ottica di marketing.

Ma come ragiona il classico insegnante di danza? Cosa fai quando si paventa l’ipotesi che apra una nuova scuola di ballo o che la palestra all’angolo avvi il corsetto di classica? Insomma come reagisci quando si parla di concorrenza?

Concorrenza tra le scuole di danzaPurtroppo se non ragioni in termini di Dance Marketing la “concorrenza” ti sembrerà sempre una cosa brutta e potresti pensare che sarebbe meglio essere il solo e l’unico che insegna danza classica nel tuo quartiere… così tutti quelli che vogliono imparare la danza classica verrebbero da te! Giusto? L’hai pensato? Si lo so… 🙂

Beh… dai è un pensiero ingenuo ma l’abbiamo fatto tutti perchè effettivamente pochi ragionano in termine di Dance Marketing… ma tu sei qui e quindi fai già parte di una minoranza!!

Ma sei sicuro che avere poca concorrenza o non averne affatto sarebbe meglio? E’ proprio questo che vuoi?

Purtroppo se vuoi NON avere concorrenza sarai deluso e perdente due volte; la prima volta perchè la concorrenza c’è e non la puoi evitare solo perchè ti piacerebbe tanto non avere rogne e prenderti tutto il mercato, la seconda volta perchè ti perdi la potenzialità di ciò che potrebbe essere, sprecando tempo a pensare a ciò che secondo te non dovrebbe esserci.

Quindi non c’è speranza? La concorrenza ci sarà sempre?

In sostanza ci sono solo 2 scenari realistici in cui la concorrenza non esiste:
1) c’è un regime di monopolio con un solo protagonista statale
2) non c’è abbastanza mercato o non girano abbastanza soldi

Il primo scenario in Italia esiste solo formalmente, perchè abbiamo una sorta di “monopolista” della Danza, che è l’Accademia Nazionale di Danza a Roma, ma a ben guardare l’A.N.D. ha solamente l’esclusiva dei diplomi con valenza statale, perchè è l’unico ente abilitato a rilasciare “lauree in danza”. Tuttavia non è certo l’unica accademia di formazione prestigiosa e ci sono tantissimi enti lirici e suole private che hanno molto credito e credibilità. Oltretutto essendo che l’A.N.D ha sede solo a Roma… tutto sommato nel resto del paese non riesce di certo ad inibire la concorrenza…

Il secondo scenario in cui potrebbe non esserci concorrenza riguarda dunque le migliaia di realtà locali e i motivi per cui in una certa zona potresti essere senza concorrenza sono vari ma di fatto non sono mai positivi; forse è perchè ci sono pochi bambini (una zona o un intero paese di anziani), magari è un quartiere in cui gli sport dominanti sono il calcio, il nuoto o il basket… o peggio è un quartiere molto “povero” in cui non girano abbastanza soldi per frequentare corsi di danza di nessun tipo!

L’idea è che ogni zona ha un numero di concorrenti proporzionale o casomai superiore al potenziale mercato e quindi se non ci sono concorrenti è facile che sia perchè non c’è mercato!

se in un paesello non ci sono scuole di danza forse è perchè non ci sono allievi 🙁 Condividi il Tweet

Quindi a prescindere dai desideri ingenui e inconfessabili di voler essere l’unica scuola di danza della tua zona, per accaparrarti tutti gli allievi… c’è poco da fare, ti devi confrontare con la realtà della concorrenza e imparare addirittura a trarne vantaggio.

Più concorrenza c’è meglio è? NO, ma…

Ok, mi arrendo: sta cavolo di concorrenza esiste…  ma allora significa che se è pieno di “avversari” e tra un po’ apriranno anche le scuole di danza dei cinesi è un bene?

Ora… chiarito che la presenza di molta concorrenza è l’indicatore naturale della presenza di molti clienti potenziali, resta il fatto che se tu sei semplicemente uno dei tanti insegnanti di danza… anche se il mercato è grande non significa che tu possa prenderne una fetta grande. Essere da soli non va bene… ma nemmeno essere anonimi in mezzo a tanti altri è un gran che 🙁

Ok… quindi prima di passare alla parte conclusiva e “positiva” della lezione lasciami ribadire che la concorrenza non è positiva o negativa in assoluto ma dipende molto dal tuo atteggiamento e ci sono almeno 3 atteggiamenti sbagliati verso la concorrenza che tu dovresti evitare:

La concorrenza è un problema se tu stai li passivo a sperare che se ne vada e continui a sognare di essere il solo ad insegnare danza nella tua zona!

La concorrenza è un problema se hai paura di confrontarti e non hai mai pensato e messo a fuoco perchè dovrebbero scegliere te !

La concorrenza è un problema se la ignori, non la studi e non fai nulla per differenziarti da loro e farti percepire come unico e migliore…

Ok.. quindi questi erano i 3 errori di mentalità che vuoi evitare come la peste… ma cosa dovresti fare invece?

  1. Adesso hai già aperto gli occhi e hai capito che essere senza concorrenza non sarebbe la soluzione ma sarebbe peggio ancora perchè (escludendo che tu sia “monopolista”) significherebbe solo che sei in una zona senza potenziale di mercato.
  2. Accetta l’idea che la concorrenza esiste ma che non significa che debba essere meglio di te e “fregarti” gli allievi. Impara ad accettare i confronti e gli scontri (cioè durante gare e manifestazioni) e cerca costantemente di migliorare i tuoi allievi per renderli “vincenti”. Una scuola che vince in gara è una scuola attraente anche nel mercato.
  3. Inizia immediatamente a studiare il marketing della tua scuola e capire qual’è la tua USP, definire il tuo Brand, iniziare il tuo social storytelling e presidiare una nicchia precisa nella mente del pubblico interessato alla danza.

Scusa cosa hai detto che devo fare? Non devo fare 3 errori ma cosa devo fare invece?

Ecco i 3 “pugni” che dovresti sferrare alla tua vecchia concezione di concorrenza…

Il primo “pugno” l’hai dato oggi; hai cambiato mentalità verso la concorrenza e sai che è un “male necessario” se vuoi essere in un mercato florido dove la tua passione possa essere anche un business.

Il secondo “pugno” forse già la stai dando o forse no… e consiste nel partecipare regolarmente a gare e competizioni. Ma attenzione non sto dicendo che devi portare i tuoi allievi alla prima garetta che capita e nemmeno alle rassegne internazionali dove magari perderebbero ogni entusiasmo. Sto dicendo perà che non dovresti però tenerli “segregati nella tua scuoletta” e sperare che non vedano Amici in TV, che non sappiano che le scuole di un certo livello fanno le gare e che le migliori vincono! Se sei la scuola che fa solo il saggio di fine anno… beh forse hai un problema con la concorrenza…

Di questa seconda opzione per affrontare al meglio la concorrenza si potrebbe parlare moltissimo ma sostanzialmente è quello che noi definiamo “Competition Marketing” ed è tutta una serie di competenze strategiche e tecniche che permettono alla tua scuola di trarre un vantaggio economico e di business dal fatto di partecipare alle giuste competizioni. Ne parleremo in una lezione apposita ma tieni a mente che è una cosa che solo pochi sanno fare bene e che può dare enormi soddisfazione.

Il terzo “pugno” invece è proprio relativo al Dance Marketing in senso stretto e se non sai cosa sia una USP, non hai un Brand, non fai Storytelling e non curi le tue presente social in modo strategico… allora dovresti proprio valutare di partecipare al nostro Master LIVE 🙂

Per la fine di Aprile stiamo organizzando a Roma la prima e favolosa edizione di questo corso per pochi eletti che darà una marcia in più ad una cerchia ristretta di insegnati di danza che vogliono fondere Passione&Business!

sondaggio sul dance marketingIl Seminario si svolgerà in una giornata full-immersion, un Sabato dalla mattina alla sera, presso la sala danza della prestigiosa Università Popolare UPTER di Roma e il numero dei posti è strettamente limitato.

Se vuoi tutte le info (senza impegno) richiedile indicando dove riceverle:

 

In ogni caso ti ricordo che nelle lezioni gratuite di questo blog tratteremo tutti questi argomenti e quindi anche se non potrai partecipare alla LIVE in Roma iscriviti assolutamente gratis alla nostra News letter per essere sicuro di non perdere mai le lezioni che usciranno sempre più spesso qui nel blog.

Puoi anche unirti alle centinaia di insegnanti di danza che ci seguono su FaceBook e attivare le notifiche:
– Clicca su Mi piace e poi assicurati di selezionare “Mostra per primi

Ok… per oggi è tutto e spero proprio che tu possa aver cambiato idea sulla concorrenza tra la scuole di danza e magari un giorno diventerete voi la scuola che fa paura alle altre 🙂

Nella prossima lezione parleremo ancora di Dance Marketing e di come usarlo per differenziarci dalla concorrenza… quindi a presto e:

buona danza con con il giusto marketing !

Se ti è piaciuta questa lezioncina gratuita allora amerai il nostro Mini-Corso sui 3 “ingranaggi” che fanno girare il business di chi vuole insegnare danza! E’ una risorsa gratuita che ti farà avere le idee chiare su quali sono i 3 parametri più importanti che devi assolutamente incrementare se vuoi migliorare il tuo Dance-Marketing. CLICCA QUI!

Condividi con chi vuole Insegnare Danza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *